(3 giorni/2 notti)

Breve Descrizione

Itinerario alla scoperta della natura autentica e incontaminata del Parco Nazionale della Maiella, lembo verde di terra florida e selvaggia, contraddistinta da secolari faggete e maestose cime brulle, prati fioriti e sentieri inerpicati che conducono a solitari eremi incastrati nella roccia.
Nei tre giorni di cammino sarà possibile visitare alcuni dei più suggestivi eremi di Papa Celestino V, al secolo Pietro da Morrone che in questi luoghi dimorò e visse attorno al 1260 d.C..
Si raggiungono gli eremi percorrendo quegli stessi sentieri millenari attraversati dai pastori e dagli eremiti che abitavano queste piccole e anguste dimore scavate nella pietra, luoghi silenziosi, di preghiera e raccoglimento, ideali per contemplare una natura primitiva e mistica.

Highlights

  • Visita agli eremi millenari incastonati nella roccia
  • Scenari mozzafiato, spazi aperti e selvaggi, picchi frastagliati, verdi e sinuose praterie
  • Ambienti ricchi di una rilevante biodiversità floristica e faunistica
  • Calorosa accoglienza e ospitalità locale
  • Piatti e specialità della tradizione enogastronomica del territorio: formaggi pecorini, paste di casa, succulenti arrosticini e carne d’agnello alla brace

Programma giornaliero

Giorno 1 – Il borgo di Roccamorice 

Arrivo nel comune di Roccamorice (CH), a 520 metri sul livello del mare.

Pernottamento a Roccamorice presso B&B Santo Spirito  o presso Agriturismo Tholos 

Giorno 2 - Sulle tracce di Celestino V, gli eremi di Santo Spirito e San Giovanni

Su base giornaliera: Km 13,5 totali, 1.073 m dislivello in salita, 1.420 m dislivello in discesa, tempo di percorrenza 6h  (incluse pause)

Trasferimento in auto al punto di partenza del sentiero che vi porterà a scoprire due degli eremi più affascinanti della Maiella: l’eremo di Santo Spirito e l’eremo di San Giovanni.
Il cammino termina a Decontra (frazione di Caramanico Terme) piccolo villaggio con caratteristiche abitazioni di pietra.

Pernottamento a Decontra presso Agriturismo Pietrantica

Giorno 3  – Sulle tracce di Celestino V, l’eremo di San Bartolomeo in Legio

Su base giornaliera: Km 5,10 totali, 222 m dislivello in salita, 228 m dislivello in discesa, tempo di percorrenza 3h 30’ (incluse pause)

Il tratto di percorso, vi porterà a conoscere il suggestivo e solitario eremo di San Bartolomeo in Legio, che si confonde con il costone roccioso che lo sovrasta. L’eremo costruito prima del 1000 d.C., fu restaurato da Pietro da Morrone che vi dimorò tra il 1274 e il 1276. Lungo il sentiero si potranno ammirare i tholos, strutture agro-pastorali interamente costruite con pietra a secco ed un tempo utilizzate prevalentemente come rifugi.

Stagione consigliata

Autunno, primavera, estate

Livello difficoltà del tour

Livello 3/5: Escursioni moderate, 4-5 ore al giorno (escluse le pause) in aree montuose, su sentieri ben tenuti e segnalati, a volte ripidi con dislivelli tra i 500 e i 1000 metri. Richiedono una buona conoscenza dell’ambiente montano e una buona preparazione fisica alla camminata. E’ necessaria inoltre sicurezza nel passo e un buon equilibrio.

Consigli su equipaggiamento, scarpe e abbigliamento

Cosa mettere nello zaino: una borraccia, qualche cerotto (utile in caso di vesciche ai piedi), disinfettante, bende e garze, repellente per insetti, crema solare e un fischietto.

Le condizioni meteo in montagna possono cambiare repentinamente, quindi, indipendentemente da quello che indossi alla partenza, consigliamo un abbigliamento “a cipolla”.

Per la parte superiore suggeriamo maglie idroassorbenti e termiche per mantenere un’equilibrata temperatura corporea, far traspirare la pelle e asciugare il sudore.
Non deve mancare un maglione o meglio un pile, preferibilmente con le maniche staccabili, una giacca a vento (k-way con cappuccio) o una giacca impermeabile con cappuccio.

I pantaloni devono consentire movimenti comodi.

I calzini devono essere spessi, per permettere al piede di stare comodo senza risentire eccessivamente delle asperità del terreno.

Si raccomandano scarponcini leggeri e molto comodi, rivestiti internamente e in gore-tex, per far sì che il piede rimanga asciutto.

Si consiglia di portare anche un ricambio di calze, pantaloni e maglietta, da tenere  chiusi in un sacchetto di plastica risposto nello zaino per evitare che si bagnino in caso di pioggia.

Fontane e acqua lungo il percorso

Lungo il percorso è possibile approvvigionarsi di acqua (le fontane sono segnalate sul road book).

Disponibilità tracce GPS

Sì (da richiedere successivamente alla prenotazione)

Comfort/info su tipologie alloggio

Comfort 3/4: Hotel, locanda, B&B, agriturismo, con bagno privato in camera, solitamente ben ubicato. La cucina propone gustosi piatti locali.

Prezzo a persona

A partire da € 85,00 con sistemazione in camera doppia

Incluso

  • 2 notti con servizio di prima colazione con pernottamento in camera doppia
  • Assistenza telefonica 24 ore su 24
  • Road book e mappa del percorso

Escluso

  • Volo e altri trasporti pubblici per raggiungere il punto di partenza
  • Assicurazione di viaggio
  • Spese extra e varie come per esempio cibo, bevande, carte telefoniche ecc.
  • Tutto quello che non è stato menzionato nel presente programma

Servizi opzionali

  • Trasporto del bagaglio da Roccamorice a Decontra a/r
  • Trasferimento per il recupero del mezzo proprio  al punto di partenza
  • Pocket lunch
  • Trasferimenti da/per l’aeroporto e per la stazione ferroviaria di Pescara
  • Guida escursionistica, accompagnatore di media montagna

Come arrivare

In automobile: chi viaggia in auto può percorrere l’autostrada Adriatica A14, in direzione Ancona se si arriva da nord e in direzione Pescara se si arriva da sud, quindi continuare verso Roma, prendere la A25 Pescara-Roma e uscire al casello autostradale Alanno/Scafa. A questo punto si continua sulla SS5 Tiburtina seguendo le indicazioni per Scafa e poi di seguito per Roccamorice prendendo la SP64.

Chi parte da Pescara deve prendere la SS16 in direzione Chieti, proseguire lungo l’autostrada A25, uscire ad Alanno/Scafa e seguire le indicazioni per Scafa e poi per Roccamorice. Dal casello autostradale di Alanno/Scafa sono circa Km 14.

In treno: la stazione ferroviaria più vicina è nel comune di Scafa, denominata Stazione di San Valentino-Caramanico Terme e dista da Roccamorice circa 13 Km, lungo la linea ferroviaria Roma-Pescara (per consultare gli orari dei treni visitare il sito web delle Ferrovie dello Stato).

In autobus: dalla stazione ferroviaria di Scafa San Valentino Caramanico-Terme si prosegue fino a Roccamorice con gli autobus delle Autolineee Regionali A.R.P.A. che collegano Roccamorice con Pescara, Roma, L’Aquila, Sulmona e Chieti.

Le altre linee che operano nella provincia di Chieti e di Pescara sono le seguenti (consultare il sito web per conoscere destinazioni e orari):

Autolinee Satam (Gruppo La Panoramica)
Autolinee Di Fonzo
Autolinee Di Febo – Capuani
Autolinee Di Carlo

Scopri gli altri tour

  • Sentiero
    Celeste

  • Traversata S.Liberatore

  • Traversata S.Spirito

I Nostri Partner

© 2018 Maiella Walking | Esperienze a piedi tra i sentieri e gli eremi della Maiella All Rights Reserved.
P.Iva 01234567890