Eremo di San Bartolomeo in Legio

Comune: Roccamorice (PE)

Località: Vallone di S. Spirito, a circa 610 m s.l.m.

L’eremo è considerato un autentico capolavoro architettonico, completamente incastonato sotto un ampio tetto di roccia lungo 50 metri, è stato ricostruito dopo il 1250 da Pietro da Morrone, futuro Celestino V, sulle rovine di un precedente luogo eremitico in rovina. Il futuro Papa si stabilì nell’eremo con alcuni suoi seguaci intorno al 1274 e vi rimase per almeno due anni: si narra che il frate, dopo essersi recato a Lione per far riconoscere la regola all’Ordine dei Celestini da lui fondato, durante la strada del ritorno si sia fermato proprio presso l’eremo di San Bartolomeo. Le parti edificate dell’eremo presentano una colorazione del tutto omogenea con le rocce che lo incastrano: la struttura sembra quasi mimetizzarsi nel paesaggio circostante. Al centro della balconata sono presenti due gradinate e sulla facciata due affreschi del XIII secolo: una Madonna col Bambino e un Cristo benedicente.

L’oratorio è interamente incastonato nella roccia; sopra l’altare cinquecentesco si può ammirare una statua lignea ottocentesca di San Bartolomeo, e sotto una pietra squadrata, è presente una piccola risorgenza d’acqua dalle proprietà taumaturgiche.

I Nostri Partner

© 2018 Maiella Walking | Esperienze a piedi tra i sentieri e gli eremi della Maiella All Rights Reserved.
P.Iva 01234567890